Cliccare qui per fare una ricerca

Acquistare pneumatici run flat on-line

Grazie agli pneumatici run flat, viaggiate in tutta serenità: la tecnologia "run flat" vi permette di viaggiare nonostante una foratura alla velocità di 80km/h per 80 km. Solo i veicoli omologati "Run Flat" possono essere equipaggiati con questo genere di pneumatici. In funzione dei fabbricanti, la denominazione "run flat" è differente: ZP per Michelin, RFT e EXT per Bridgestone, HRS per Hankook, DSST per Dunlop, SSR per Continental… Sul nostro sito, potete lanciare la ricerca spuntando la casella "RUN FLAT". Questo tipo di pneumatico dispone di fianchi rinforzati in confronto a uno pneumatico classico e questo gli permette di continuare a sostenere e dirigere il veicolo nonostante la perdita di pressione totale o parziale.

Negli ultimi anni, in tutti i settori d'attività, sono state fatte straordinarie innovazioni. Il mondo automobilistico segue queste evoluzioni. Dopo le bombolette antiforatura, la tendenza del momento punta sugli pneumatici antiforatura. Oggi, esistono infatti gli pneumatici runflat che possono funzionare per vari chilometri anche se sono bucati. Ma non si tratta solo di un argomento commerciale? Come riconoscerli? Quali sono i criteri importanti per la scelta di questo tipo di pneumatici? Pneumaticileader.it ti dà tutte le informazioni necessarie su questi pneumatici che possono cambiare radicalmente le tue abitudini di guida.

Gli pneumatici runflat, a prova di foratura.

Li troverai sotto diversi nomi: pneumatici runflat (o run-flat o runflat), pneumatici MOE, pneumatici autoportanti… Per consentirti di circolare anche se la ruota è bucata, sono dotati di un tallone e di fianchi rinforzati per sopportare il peso del veicolo senza pressione d'aria. Il tallone collegato al bordo del cerchione non si stacca, anche se la gomma è bucata.

Contrariamente a false idee comuni, i runflat non sono pneumatici che non si bucano.

I vantaggi degli pneumatici runflat

Tra i motivi che spingono gli automobilisti a scegliere gli pneumatici autoportanti, il primo è la maggiore sicurezza che offrono durante la guida. Con questo tipo di pneumatici montati sulle ruote, hai infatti un controllo totale del veicolo, anche in caso di perdita di pressione improvvisa. Con uno pneumatico runflat puoi circolare senza timore per 80 km con una velocità massima di 80km/h. Questa distanza è ampiamente sufficiente per trovare un'autorimessa che possa aiutarti. È sempre meglio recarsi in un'autorimessa piuttosto che dover cambiare lo pneumatico da soli sul ciglio della strada, lontani da tutto.

L'altro vantaggio di uno pneumatico runflat è che non sei obbligato ad avere una ruota di soccorso o una bomboletta antiforatura.

I punti deboli di questo tipo di pneumatici

ll primo lato negativo degli pneumatici runflat è il prezzo d'acquisto che in genere è più alto del 20-25% rispetto ai modelli convenzionali. Anche il montaggio è più caro, e tutte le autorimesse non sono attrezzate per montarli sui veicoli.

Un altro svantaggio è che gli pneumatici runflat non possono essere riparati. Quando si bucano si sconsiglia fortemente di riutilizzarli. Devi semplicemente acquistarne altri. Se vuoi altre informazioni sugli pneumatici bucati segui la nostra guida.

Ultimo punto, gli pneumatici runflat con il loro fianco molto rigido sono meno comodi degli pneumatici classici, generano un po' più rumore e offrono una guida meno morbida.

Come riconoscere gli pneumatici runflat?

È possibile identificarli facilmente grazie alle indicazioni "Run Flat", "RFT" (cioè Run Flat Type) e R/F apposte sul fianco dalla stragrande maggioranza dei produttori.

Alcuni produttori, per distinguersi, scelgono di utilizzare marcature personalizzate per gli pneumatici autoportanti. Ecco perché esistono diverse denominazioni. Eccone alcune:

  • Run On Flat utilizzato da Dunlop e Goodyear;
  • ZP (Zero Pressure) da Michelin;
  • SSR o Self Supporting Runflat da Continental;
  • EMT o Extended Mobility Tire da Goodyear;
  • MOE o Mercedes RunOnFlat Extended da Mercedes;
  • DSST (Dunlop Self-supporting Technology)…

Inoltre, se trovi sul fianco di uno pneumatico una scritta come SST (Self Supporting Tyre), Euforia (da Pirelli), EXT, MOE (Mercedes), sappi che si tratta di un modello di pneumatico runflat.

Come scegliere uno pneumatico autoportante?

Non si sceglie uno pneumatico classico a caso. E si deve fare ancora più attenzione quando si decide di acquistare un modello dotato di una particolare tecnologia. Le dimensioni, gli indici di carico e di velocità e le abitudini di guida possono aiutarti nella scelta.

Le dimensioni raccomandate dal produttore

Ogni modello possiede caratteristiche uniche indicate sul fianco. Si tratta in particolare dell'altezza, della larghezza e del diametro. Le specifiche tecniche del modello che dovrai scegliere devono essere le stesse di quelle degli pneumatici originali.

Sai come trovare queste informazioni? Guarda le informazioni scritte sui tuoi attuali pneumatici. Troverai una serie di lettere e di cifre nella seguente forma: 205/55R16 91V. In quest'esempio, 205 rappresenta la larghezza in millimetri, 55 l'altezza del fianco espressa in percentuale della larghezza, e 16 il diametro del cerchione in pollici.

Il peso e la velocità massima sopportati dallo pneumatico

Gli indici di carico e di velocità danno informazioni rispettivamente sul carico e sulla velocità massima sopportati dallo pneumatico.

Per la tua sicurezza, fai attenzione a questi due parametri. Scegliere infatti modelli di pneumatici runflat con indici di carico o di velocità troppo bassi aumenta il rischio di scoppio e d'incidenti (a causa della diminuzione del comfort di guida). Inoltre, rischi di prendere delle multe se non doti il veicolo di pneumatici con indici di carico e di velocità appropriati.

Sul fianco del modello originale trovi anche le informazioni su questi indici. Considerando il precedente esempio, gli indici sono rappresentati rispettivamente dal numero 91 (ossia 615 kg) e dalla lettera V (ossia 240 km/h).

Scegliere pneumatici che offrono una buona aderenza al suolo

Gli pneumatici reagiscono diversamente se circolano su un suolo asciutto, umido, ricoperto di neve o ghiacciato. Sulle piste asciutte, i più adatti sono gli pneumatici estivi o 4 Stagioni.

Quando le temperature scendono, l'aderenza al suolo offerta da uno pneumatico tradizionale diventa spesso insufficiente. Fortunatamente, esistono degli pneumatici runflat appositamente progettati per adattarsi ai suoli bagnati o innevati. Si tratta precisamente degli pneumatici invernali distinguibili grazie alle due marcature M+S (Mud and Snow) e 3PMSF (fiocco di neve e una montagna a tre cime). Questi pneumatici hanno una particolare scolpitura che consente di evacuare rapidamente l'acqua e di adattarsi perfettamente al suolo invernale. Grazie alle loro specifiche lamelle, si spostano senza scivolare sul bitume ghiacciato e nella neve.

La nostra selezione di pneumatici runflat

Esistono molti pneumatici runflat sul mercato Per aiutarti a scegliere, gli esperti di pneumatici di Pneumaticileader.it hanno selezionato vari modelli di riferimento nel nostro catalogo. Troverai una proposta in alto a questa pagina. Per avere altri risultati, inserisci le dimensioni della gomma nel selettore in alto a questa pagina. Spunta la casella runflat.

Domande frequenti

In questa sezione della nostra guida completa sugli pneumatici autoportanti, abbiamo selezionato alcune domande frequenti degli automobilisti.

Come faccio a sapere se posso montare uno pneumatico runflat sul mio veicolo?

Non tutti i veicoli possono accogliere uno pneumatico autoportante. Possono utilizzare i runflat solo le auto progettate e consegnate con questi modelli di pneumatici. Queste auto sono dotate di un TPMS o SSPP (sistema di controllo della pressione). In tal modo, le perdite di pressione possono essere rilevate automaticamente.

Possono sostituire pneumatici runflat con modelli convenzionali e inversamente?

Sì, è possibile effettuare questo cambio. Ma non dimenticarti di prevedere un dispositivo antiforatura.

Posso montare due pneumatici tradizionali sulla parte anteriore e utilizzare quelli dotati della tecnologia Run Flat sulla parte posteriore?

L'abbinamento di questi due tipi di pneumatici su una stessa auto è vietato.